Festival Nessiah

Dal 24/11/2018 al 09/12/2018, Pisa

Il festival Nessiah nasce a Pisa nel 1997 diventando punto di riferimento e tappa fondamentale per tutti quegli artisti che hanno trasformato la ricerca all’interno del patrimonio culturale ebraico in un progetto professionale di arte, cultura, spiritualità e divulgazione. Il fine ultimo è sempre quello di esplorare e raccontare la cultura ebraica in tutte le sue sfaccettature, mostrando la ricchezza della sua storia millenaria e la varietà delle tradizioni di luoghi diversi. Musica, teatro, cinema, letteratura, cucina, danza e tanti altri sono gli ingredienti che ogni anno si mescolano per creare un festival che coinvolge la città e il territorio in una reale sinergia virtuosa, che collega teatri e hotel storici, sale da concerto, ex chiese divenute teatri e naturalmente la Sinagoga.

L’edizione 2018 è dedicata al Cantico dei Cantici, Shir Ha-Shirim, è uno dei testi ebraici antichi con più interpretazioni mistiche e filosofiche; forse il più conosciuto, più discusso e senza dubbio il più misterioso. Il Cantico è un poema d’amore attribuito al Re Salomone e considerato nell’esegesi tradizionale una metafora al rapporto di Dio d’Israele con il popolo ebraico; ma è anche una delle opere poetiche più antiche che ha conservato nei millenni intatto il proprio fascino, catturando l’immaginazione di generazioni di filosofi, artisti, scrittori e compositori.

Festival Nessiah, che si è posto come obiettivo esplorare i meandri del pensiero e della cultura ebraica, non poteva fare a meno di dedicare un’edizione a Shir Ha-Shirim.

Letture sceniche, polifonie barocche, cinema d’animazione, culinaria etnica, opera inedita, canti popolari e lieder si fondono insieme in questa edizione per compiere un nuovo viaggio – un viaggio nell’immaginario di shir ha-shirim, alla scoperta delle sue infinite sfumature antiche e moderne, sacre e profane, e i suoi tesori inesauribili.”

 

“Jewish Experience” Gabriele Coen. Crediti foto: Festival Nessiah.

 

“Adar Trio” Andrea Gottfried, Orsolya Korcsolàn e Gergely Sugar. Crediti foto: Festival Nessiah.

 

“Di Esuli e Viandanti”, Evelina Meghnagi e Ashira Ensamble. Crediti foto: Festival Nessiah.

Media Gallery

Immagine
precedente
Immagine
successiva
Fullscreen

Restiamo in contatto

Ricevi la newsletter per essere sempre aggiornato sull’Agenda italiana.