AutunnoAntiqua

Spazio Mesotonica Via Muzzi 36 Prato

Dal 28/10/2018 al 09/12/2018, Prato

AutunnoAntiqua è una rassegna di musica antica che nasce dall’esperienza e dal lavoro artistico dell’Associazione Mesotonica e dalla preziosa collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Prato e con il Museo di Palazzo Pretorio. L’idea che anima la rassegna è quella di unire elementi locali con elementi internazionali, la specificità territoriale ed il respiro di una musica che attraversa il Mediterraneo toccando il cuore della tradizione musicale barocca europea e della tradizione popolare extra-europea. L’Italia, nonostante abbia dato i natali ad alcuni dei maggiori compositori barocchi, abbia rappresentato una delle scuole musicali nazionali più importanti d’Europa e possieda un preziosissimo patrimonio di strumenti antichi originali, rimane sovente ai margini di questa diffusione e sviluppo. L’obiettivo principale è quello di far conoscere e di rendere accessibile a tutti un mondo culturale infinitamente ricco, troppo spesso relegato a spazi ritenuti esclusivi e colti.

Sette saranno gli eventi che animeranno AutunnoAntiqua: 5 concerti di cui 3 di musica antica europea e 2 di musica antica extraeuropea (turco-ottomana, afghana), un workshop e una conferenza di musica vocale tradizionale georgiana.

Gli eventi avranno luogo presso lo Spazio Mesotonica e presso la splendida cornice del Museo di Palazzo Pretorio.
Per maggiori informazioni, consulta il materiale in allegato.

[Immagine di copertina: Illustrazione di Marco Milanesi]

 

Giovanni Menici fotografo. Spazio Mesotonica, Prato.

 

Christian Frattima fotografo. Ensemble Girandole Armoniche: Teodoro Baù, viola da gamba. Federica Bianchi, clavicembalo. Esther Crazzolara, violino barocco.

 

Fotografia di Gianandrea Uggetti. Stefano Marcocchi e Simone Laghi, viola barocca.

 

Fotografia Giovanni Menici, Giovanna Riboli, organista e direttrice di coro.

 

 

Media Gallery

Immagine
precedente
Immagine
successiva
Fullscreen

Restiamo in contatto

Ricevi la newsletter per essere sempre aggiornato sull’Agenda italiana.